Il dilemma del WC (e come l’ho risolto)

Per prima cosa mi scuso per l’argomento poco nobile di questo post. ^_^

Tuttavia, si tratta di una questione che mi ha crucciato per mesi ed ora che ho trovato la soluzione non posso non parlarvene.

Vi spiego meglio: avevo il problema di cosa utilizzare per pulire il WC durante la pulizia quotidiana veloce. Non parlo del prodotto in sé, ma della pezza per poterlo passare.

Una volta utilizzata la pezza sul WC, mi faceva un po’ senso pensare di riutilizzarla il giorno dopo. Al tempo stesso, non mi entusiasmava nemmeno l’idea di metterla in lavatrice insieme al resto del bucato….

Che fare? Sciacquarla prima a mano? Fare una lavatrice solo per poche pezze? Aspettare settimane prima di avere un lavatrice piena?

Cosa fate voi donne più esperte di me? Come salvate capra e cavoli?

Al supermercato ho visto delle salviette usa e getta per pulire i sanitari del bagno, come quelle che si usano per i sederini dei neonati.

Ho provato a prenderne una confezione, credendo di aver trovato finalmente la soluzione al mio dilemma, ma così non è stato.

Innanzitutto, sono rimasta delusa dal risultato perché lasciavano aloni, poi erano difficili da reperire – in quanto non si trovano in tutti i negozi – ed erano pure costose. Inoltre, mi domandavo se non stessi inquinando l’ambiente con quelle salviette che sembravano più di panno che non di carta.

Ecco, carta appunto. Ci sarebbe voluto qualcosa che assomigliasse di più alla carta….ma certo! La carta igienica!! Genio io!

Pochi strappi di carta igienica per pulire con una spruzzata del solito detergente, altrettanti per asciugare, butto nel WC et voilà, il gioco è fatto!! ^_^