L’acido citrico per la pulizia del bagno

Vorrei eliminare un bel po’ di prodotti chimici dalla mia casa, che per anni è stata invasa da flaconi di plastica di ogni genere.

Cerco soluzioni alternative e naturali per pulire. Ogni tanto, online trovo ricette complicatissime, con ingredienti sì naturali e ecologici, ma quasi impossibili da trovare nei negozi e con procedimenti che richiedono troppo tempo per me.

Una soluzione semplice e efficace che ho scoperto è stata l’acido citrico. La sua funzione principale è quella di sciogliere e rimuovere il calcare, quindi è perfetto per la pulizia del bagno.

Nel negozio sotto casa io ho trovato questo. È in polvere e suddiviso in bustine.

acido citrico fronte

 

acido citrico retro

La polvere – diluita con acqua – può essere utilizzata in vari modi:

  • come spray anticalcare per le superfici (ma non utilizzare su marmo, legno, pietra e cotto);
  • come anticalcare e come ammorbidente nella lavatrice;
  • come spray per la pulizia di vetri e specchi;
  • per la pulizia del WC.

Per preparare lo spray ho utilizzato un vecchio contenitore che avevo in casa.

acido citrico spray

Ho riportato istruzioni e dosaggi sul mio Home Bullet Journal per avere sempre tutto a portata di mano.

istruzioni acido citrico

acido citrico home bullet journal

Insomma, per me è perfetto per la pulizia veloce quotidiana dei bagni!

Per il vostro HBJ potete copiare le istruzioni dal mio, oppure acquistare lo stampabile su Etsy:

l'acido citrico in bagno pic

 

Non avete ancora un taccuino? Niente paura, anche quelli sono in vendita nello shop! Ogni pezzo è unico e completamente realizzato a mano.

 

 

 

 

 

 

La prima routine: il riordino serale della cucina

Le nostre abitudini possono essere una prigione.

Quando facciamo una cosa “per abitudine” la facciamo con il pilota automatico, senza vivere veramente il momento.

Le abitudini però hanno anche un vantaggio: sono infatti un escamotage del nostro cervello per risparmiare energia.

Ad esempio, quando la mattina usciamo per andare al lavoro non dobbiamo ogni volta pensare a che strada fare: accendiamo l’auto e partiamo.

Non sarebbe bello sfruttare questo potere che hanno le abitudini per la nostra casa?

Ci sono infatti mestieri che se fatti quotidianamente danno una svolta all’ordine e alla pulizia della nostra casa!

Non serve cercare la perfezione, non serve diventare maniacali, basta solo essere costanti!

Pochi minuti, ma tutti i giorni!

Per assimilare bene le nostre nuove abitudini, consiglio di introdurne una a settimana.

Vorrei cominciare dalla mia preferita: il riordino serale della cucina!

Sì, lo so come ci si sente la sera.

Siamo sveglie dalle 6 di mattina, abbiamo girato tutto il giorno come delle trottole e quando finalmente abbiamo terminato di cenare l’unico desiderio è quello di spalmarsi sul divano.

Sparecchiare, riordinare la cucina e dare una pulita è proprio l’ultima cosa di cui abbiamo voglia, perché ci sembra un lavoro lungo ed infinito.

Ma se questa operazione diventasse una routine che ci porta via soltanto 10 minuti?

Che ne dite? Se fosse così, un ultimo sforzo prima di arrivare al divano si potrebbe fare…

Solo 10 minuti di lavoro e in cambio avremmo la soddisfazione di trovare ogni mattina una cucina pulita ed ordinata a darci il buongiorno!

Vogliamo far diventare nostra questa abitudine serale, anziché trovarci una volta a settimana con le pile di piatti da lavare ed il lavello da scrostare?

Proviamo già da questa sera, però non cediamo alla tentazione di fare di più di 10 minuti: faremmo solo una faticaccia che la sera successiva non avremmo più voglia di ripetere.

Ora, in questa fase di inserimento della routine, lo scopo non è avere una cucina perfetta, ma acquisire una abitudine che ci rimarrà per sempre.

I risultati arriveranno con il tempo.

Già dopo pochi giorni, ci accorgeremo che nei nostri 10 minuti riusciremo a fare sempre più cose: sparecchiare, fare i piatti, pulire il lavello ed il piano cottura…quasi quasi ci verrà voglia di preparare già la colazione per il giorno dopo!

(Se proprio non avete idea di cosa fare durante questi 10 minuti seguite la check list!)

Quindi, apriamo il nostro Home Bullet Journal nella prima pagina libera e disegniamo una semplicissima tabellina come questa qui sotto, con 7 caselle (una per ogni sera di questa prima settimana) da depennare.

pulizia serale cucina

 

Ogni sera – appena finito di riordinare la cucina – sarà sufficiente fare una X sulla casella corrispondente al giorno della settimana!

Io condividerò i miei progressi sulla pagina Facebook e su Instagram! Voglio vedere anche i vostri risultati!

E se proprio proprio non volete disegnare, ho preparato un pdf per voi. Lo potete stampare nelle dimensioni che preferite, ritagliare e incollare al vostro taccuino.

Il pdf è già completo con la tabellina per la cucina e tutte le altre 5 routine che andremo a inserire nelle prossime settimane.

Cliccate sull’immagine per accedere a Etsy (dove troverete in vendita i taccuini realizzati a mano)!

introduzione delle routine home bullet journalPs: oh, mi raccomando, per il resto continuate a fare quello che stavate già facendo…non limitatevi al solo riordino serale della cucina! Procedete come siete abituate e poi un po’ alla volta sistemeremo anche il resto 😉

 

 

Home Bullet Journal: perché usare carta e penna

Online si trovano tantissimi planner per le pulizie di casa in comodi pdf stampabili, oppure che si possono seguire tramite un’applicazione sul telefono.

Perché tornare a carta e penna allora per realizzare l’Home Bullet Journal?

Perché scrivere a mano ci obbliga a rallentare, a riflettere, a meditare.

Scrivere a mano costa fatica e ci permetterà di focalizzarci soltanto sulle cose davvero importanti.

Inoltre, potremo dare sfogo alla nostra fantasia e alla nostra creatività 😊.

ryder carroll

 

Non serviranno grandi doti manuali: basta saper scrivere e tracciare qualche riga per fare le tabelle.

Quindi, ciò che vi occorre è:

  • un taccuino o un quaderno: sceglietelo come più vi pare e piace! Può essere grande, piccolo, a righe, quadretti, puntini, ecc… Potete usare quello che avete già in casa o potete acquistarne uno cucito e rilegato da me!
  • una penna. Tuttavia, se amate la creatività (e se amate gli articoli di cancelleria), date sfogo alla vostra fantasia con penne colorate, pennarelli, washi tape e tutto ciò che desiderate!!

Per questo fine settimana vi lascio il compito di procurarvi il materiale necessario…ci ritroviamo qui lunedì prossimo con la nostra prima nuova abitudine!!!

Io sono pronta!

taccuino pulizie di casa(1)

 

 

L'”Home Bullet Journal”: cos’è e per chi va bene

Settembre è il mese dei buoni propositi.

Come vi ho già anticipato, per me settembre è il mese in cui predisporrò insieme a voi il mio nuovo piano per le pulizie di casa. Il piano servirà a organizzare le pulizie di casa al meglio e a imparare a essere costanti.

Ho deciso di impostarlo seguendo le regole del Bullet Journal:

  • sarà un quaderno che costruiremo insieme settimana dopo settimana, a sostegno della nostra attività domestica;
  • richiederà soltanto l’uso di un quaderno e di una penna;
  • avrà diverse sezioni e tracker per le pulizie giornaliere, settimanali, mensili, ecc;
  • potrà essere minimalista o si potrà personalizzare a piacere secondo i vostri gusti e preferenze.

Per questo motivo ho deciso di chiamarlo “Home Bullet Journal”.

L’Home Bullet Journal fa per te se:

  • hai già mille impegni quotidiani e ti senti sopraffatta dai mestieri di casa;
  • non ti piace pulire e ramazzare, ma non vuoi nemmeno avere una casa sporca e in disordine;
  • tendi a rimandare all’infinito le pulizie di casa nella speranza che si facciano da sole 😅 😅 ;
  • vuoi riprendere in mano le redini della tua vita e della tua casa.

 

Volete iniziare insieme a me? Non vi resta che armarvi di carta e penna e partire insieme in questa avventura!

Troverete gli aggiornamenti qui sul blog, dove vi spiegherò passo a passo come iniziare e come procedere.

Se avete un profilo Instagram, condividete i vostri progressi utilizzando l’hashtag #homebulletjournal, così potremo ispirarci a vicenda!!

 

home bullet journal(1)

 

Siete curiose e volete già sapere a grandi linee come procederemo? Visitate la pagina “Sei nuovo? Comincia da qui”.

 

home bj

 

 

Pulizie di casa: come sta andando

Tempo fa vi avevo mostrato il mio planner per le routine di casa giornaliere.

Vi avevo detto che avrei voluto concentrarmi su di esse una alla volta. Ecco allora come sta andando.

Ho cominciato con il riordino serale della cucina, per non ritrovarmela poi la mattina dopo.

Le prime 2 settimane sono filate via lisce come l’olio (è normale all’inizio, sostenuti dall’entusiasmo per la novità), poi ho avuto qualche battuta d’arresto, ma nemmeno poi tanto grave. In realtà, un paio di quei quadratini vuoti sono dovuti al fatto che abbiamo mangiato fuori casa e quindi alla cucina non ho dovuto mettere mano.

Ho introdotto la routine delle lavatrici abbastanza presto, perché è una cosa su cui vado piuttosto bene (fare il bucato in realtà non mi pesa troppo). Anche qui ci sono giorni saltati, ma può dipendere dal fatto che sono stata tutto il giorno fuori casa, oppure perché il giorno prima ho fatto 2-3 lavatrici e ho gli stendini pieni.

Soltanto a 10 giorni dall’inizio mi sono concentrata anche sui letti. Anche qui non ho avuto troppe difficoltà. Alla fine si tratta solo di una questione mentale, perché per rifare il letto mi ci vuole davvero meno di un minuto.

Ora sono pronta per introdurre una 4^ routine…devo solo decidere quale!

routine pulizie di casa(1)