Le regole per raggiungere i propri obiettivi

La settimana scorsa vi ho raccontato di cosa combina il maiale che è nella nostra testa

e di come le regole siano importanti per metterlo a tacere.

Prima di spiegarvi come debbano essere queste regole, faccio però una premessa.

Io vi ho parlato del MIO di maiale, che punta soprattutto a farmi mangiare cibo in grande quantità.

Esistono tuttavia diversi tipi di maiale: c’è quello che ci invita a stare sul divano quando avremmo tutti i mestieri di casa da fare, c’è quello che ci porta allo shopping compulsivo, c’è quello che ci fa saltare i nervi quando i bambini sono irrequieti mentre noi vorremmo essere pacifiche e comprensive.

Insomma, qui non si tratta solo di chili di troppo. Ci sono tante tipologie di maiali contro cui “combattere”, quindi questa teoria si applica davvero a tante situazioni diverse.

Torniamo ora alle regole di cui vi ho accennato nell’ultimo articolo. Ecco allora come devono essere, per essere sicuri di avere successo sul nostro maiale personale:

  • poche: è inutile imporsi mille regole che nemmeno poi ci ricorderemo, meglio poche ma buone. Anzi, meglio ancora è l’idea di introdurne una alla volta;
  • chiare: “bere tanto” non è una regola chiara. Arrivata a sera non so nemmeno io se l’ho rispettata o meno. “Bere 8 bicchieri di acqua al giorno” non lascia spazio ai dubbi: o li ho bevuti o non li ho bevuti;
  • non eccessivamente severe, altrimenti ci demoralizziamo. Piuttosto, possiamo elevare il grado di intensità con il tempo. Ad esempio, possiamo decidere di fare una corsa di 20 minuti 3 volte a settimana per un paio di mesi, poi passiamo a 30 minuti.

 

Ricordatevi soprattutto di focalizzarvi sul processo e non sul traguardo. Mi spiego: il nostro obiettivo non può essere “perdo 2 chili in un mese” perché i traguardi non sempre dipendono solo da noi (potrebbe aumentare la massa muscolare, potrei pesarmi con indumenti addosso di peso diverso, potrebbe dipendere se sono andata o meno in bagno, se ho trattenuto più acqua negli ultimi giorni, ecc.). L’obiettivo deve essere sul processo, sul seguire le regole giorno dopo giorno. I risultati arriveranno di conseguenza, altrimenti pazienza, abbiamo fatto tutto quello che potevamo.

Mi raccomando, se state combattendo contro un maiale che vi ha fatto prendere un po’ troppi chili fate attenzione a scegliere regole dettate dal buon senso (aumentare frutta e verdura, mangiare più lentamente, bere più acqua, fare più attività fisica, ecc.)

Per qualsiasi regola più severa, consultate un medico! Con la salute non si scherza!

 

 

Un pensiero riguardo “Le regole per raggiungere i propri obiettivi

  1. Pingback: E se ci ricasco?

I commenti sono chiusi.