Perché i militari rifanno i letti ogni mattina?

Oggi vi voglio lasciare il discorso dell’ammiraglio W.H.McRaven (in fondo al post troverete il video originale) sull’importanza di un letto rifatto ogni mattina.

“Durante l’addestramento nella Marina Militare degli Stati Uniti, ogni mattina i miei istruttori – tutti reduci del Vietnam – si presentavano nella mia stanza in caserma e la prima cosa che facevano era ispezionare il mio letto.

Per essere fatto bene, gli angoli dovevano essere quadrati, le lenzuola ben tirate, il cuscino perfettamente centrato sotto la testata e la coperta piegata in maniera ordinata in fondo al letto.

Era un compito semplice – perfino banale – ma ogni mattina ci veniva richiesto di rifare il nostro letto in maniera impeccabile. All’epoca ci sembrava una richiesta ridicola, soprattutto dato che noi aspiravamo ad essere veri guerrieri, soldati pronti alla battaglia.

Tuttavia, ho avuto modo di constatare la saggezza di questo semplice atto più e più volte.

Se rifai il letto ogni mattina, avrai portato a termine il primo compito della giornata. Ciò ti donerà un piccolo senso di orgoglio e ti darà la forza di svolgere un altro compito e poi un altro e poi un altro e poi un altro. E alla fine della giornata, questo compito completato si trasformerà in molti compiti completati.

Rifare il letto ti servirà inoltre a capire che nella vita anche le piccole cose sono importanti: se non riesci a fare bene le piccole cose, non sarai mai in grado di fare bene quelle grandi.

E se per caso hai una brutta giornata, arriverai a casa e troverai un letto rifatto. Che tu hai rifatto. Ed un letto rifatto ti dà la speranza che il domani possa essere migliore.

Quindi, se vuoi cambiare il mondo, comincia rifacendo il tuo letto.

21 thoughts on “Perché i militari rifanno i letti ogni mattina?

  1. Bello questo post!!! Lo condivido pienamente. .. Ho quattro bimbi ed al mattino li sveglio, aprono le finestre di camera e corrono a far colazione dopodiché…ognuno a rifare il proprio letto. Al mio rientro dopo averli portati a scuola inizio con i mestieri di casa ma…vedere almeno i letti fatti è gia un buon punto di partenza!!

    Liked by 1 persona

  2. Ecco,questa è una cosa che ,potessi anche svegliarmi alle 4(ed è capitato ,anche prima )io il letto devo rifarlo !Con il letto rifatto sembra ordinata mezza casa ,ma poi non tollero proprio una casa con letti disfatti,come si può ,la sera,dormire in lenzuola tutte arrotolate,senza aver preso un po d aria ,no,non potrei mai .bel post

    Liked by 1 persona

  3. ci sono alcune cose che mi fanno sembrare la casa …mediamente ordinata, anche se esco alle 7 del mattino! Il mio letto rifatto, il lavandino della cucina in ordine, gli asciugamani in bagno ben piegati…..
    Quando torno dal lavoro mi sembra davvero che sia tutto a posto, anche se poi c’è da fare tutto il resto!!!
    Emanuela

    Liked by 1 persona

    1. Emanuela questo è il principio del teorema di Pareto: “è il 20% degli sforzi che noi facciamo a darci l’80% del risultato” 😃😃
      Quindi, anche se abbiamo poco tempo a disposizione per i mestieri di casa è giusto dare la precedenza a queste piccole cose: il più ci sembrerà fatto!! 😉

      Mi piace

  4. ” tornare a casa e trovare il letto rifatto ti dà speranza”
    Sì peccato che come lo fanno i militari a cubo non si può certo dormire per cui devi disfare il cubo e di stendere le coperte come un essere umano normale.
    Quella del cubo è una stupida usanza che si continua a mantenere per tradizione… non serve a niente non diciamo cazzate.

    Liked by 1 persona

      1. Marco io credo che l’elogio sia alla disciplina quotidiana e all’importanza delle piccole cose di cui dobbiamo prenderci cura, non al cubo in sé! 😉
        Detto questo, sicuramente ci sono modi più comodi e veloci per rifare i letti! ☺

        Mi piace

    1. Un poveruomo che o non ha capito nulla pur facendo il militare o non lo ha fatto e parla per sentito dire. Il cubo rimane tale solo durante le pratiche mattinali ultimate le quali va rifatto il letto.

      Mi piace

  5. Sono contento che tu abbia trovato una lezione positiva nel “rifare il letto dei militari”, ma…

    … non è per quello che gli viene chiesto di rifarlo ^^”. Sono stato in Accademia Navale a Livorno, e noi reclute dovevamo fare il “cubo” ogni mattina e lasciarlo sul letto. Potevi disfarlo (e quindi rifarti il letto) solo prima di andare a dormire. Quindi in realtà era solo un ultimo lavoro in più prima di poterti finalmente riposare. E questa usanza esisteva soltanto per creare degli automatismi e una ferrea discipina, tanto che bastava il minimo, insignificante errore per ricevere richiami e rapporti. E quindi scocciature al seguito.

    Detto questo, escludendo l’esempio militare, concordo in pieno con quello che scrivi ^^

    Liked by 1 persona

    1. Io credo sia interessante invece. Stiamo parlando di soldati, di persone che si stanno preparando ad affrontare grandi sfide. Perché impuntarsi tanto su questo compito? Non hanno cose più importanti da fare?
      Vuol dire che “rifare i letti” ogni mattina porta con sé qualche tipo di insegnamento. ☺☺

      Mi piace

  6. Concordo che rifare il letto sia un sacro dovere verso se stessi , verso le persone che vivono negli stessi spazi o in quelli limitrofi… Magari riuscire a insegnare a ogni figlio o nipote che non deve aspettare che madre nonna o tata glielo rifaranno… Buona domenica di pioggia e spiragli di sole🌵⛅️

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...