Imparare ad aspettare il piacere

Forse il benessere in cui viviamo ci ha un po’ infiacchite.

Sembra che non siamo più abituati a lottare per raggiungere i nostri obiettivi.

La fatica ci spaventa e l’attesa è insopportabile.

Per questo preferiamo ciò che ci dà piacere subito, a ciò che va conquistato con il tempo.

Cioè, preferiamo una piccola gratificazione immediata

  • ad esempio sdraiarci sul divano a guardare la TV

a una gratificazione maggiore ma faticosa da conquistare

  • ad esempio prenderci cura della nostra casa.

La buona notizia è che disciplina e forza di volontà si possono allenare e migliorare giorno dopo giorno.

Il segreto sta nel comportarsi in maniera coerente con quelli che sono i propri obiettivi di vita, senza lasciarsi distrarre da tutte quelle tentazioni che danno un piacere soltanto effimero.

Gratificazioni immediate vs. gratificazioni lontane

 

Credo che noi esseri umani siamo stati “programmati” per andare alla ricerca sempre della gratificazione immediata.

Solo con  il tempo e l’impegno impariamo che spesso la gallina di domani è meglio dell’uovo di oggi.

Ora la sera dopo cena non mi butto più subito sul divano (gratificazione immediata), ma penso prima di tutto a sistemare la cucina per ritrovarla pulita e ordinata la mattina seguente (gratificazione futura).

Cerco di non mangiare – se non occasionalmente – cibo spazzatura (gratificazione immediata) perché so che la mia salute ne trarrà beneficio con il tempo (gratificazione futura).

Non cedere al richiamo della tentazione immediata è faticoso e richiede autodisciplina, ma diventa sempre più facile giorno dopo giorno.

Al crescere dell’autodisciplina, cresce anche la nostra autostima: ci sentiamo forti, efficienti, quasi invincibili. Ci rendiamo conto di riuscire a cavarcela in autonomia e miglioriamo la fiducia in noi stessi. ^_^

L’autodisciplina è un’abilità che tutti possono sviluppare e io ho deciso di allenarla quotidianamente.