Come sono cambiati i miei fine settimana di relax

Solo ora ho capito che stavo scappando dalla mia casa.

Fino ad un paio di anni fa attendevo con ansia il fine settimana da trascorrere al lago o in montagna, che ci fosse il sole o la neve.
Rientravo in casa dal lavoro il venerdì, dedicavo mezza giornata per sistemare il grosso della confusione che si era creata durante la settimana e poi fuggivo.

Non avevo compreso a fondo la motivazione che stava dietro questo mio voler uscire di casa. Del resto, non è poi del tutto così strano voler passare del tempo fuori casa, soprattutto quando – come me – si è circondati da località incantevoli.
Ho notato però che da quando la mia casa è a posto (non perfetta, ma calda e accogliente) il fine settimana ho voglia di trascorrerlo a casa, circondata dalle cose che amo e che mi rilassano.

Con il senno di poi, mi sono resa conto di quanto prima io non stessi bene a casa mia.

Adesso, non ho più molti mestieri di casa da portare avanti, perché riesco a tenermi piuttosto alla pari durante la settimana ed intorno a me vedo solo ordine e serenità.

Certo, vado ancora a fare passeggiate o un giretto ad uno dei laghi qui accanto, ma almeno ora sono scelte consapevoli e non più fughe dalla confusione di casa.

E voi? Quando uscite di casa state è perché avete voglia di fare un giro o state solo scappando dalla vostra casa? Ci avete mai pensato?

10 pensieri riguardo “Come sono cambiati i miei fine settimana di relax

  1. Anch’io sto facendo in questi giorni riflessioni sul tema dei weekend fuori porta. Ho compreso che la sensazione di rilassamento che provo quando sono in un hotel dipende dal fatto che lì tutto è essenziale e il tempo sembra che improvvisamente dilatarsi. Quindi sto cercando di rendere più minimalista la mia casa in modo da vivere sempre questa sensazione di leggerezza e di tempo infinito.

    Piace a 1 persona

  2. Ae il discorso è un po diverso ,dedicandomi alla casa spesso il mio “desiderio” nasce dal desiderio di volere fare cose diverse ,di staccare quella spina del quotidiano .andare fuori rigenera secondo me .però non ti nascondo che anche io il fine settimana adoro stare a casa :il sabato sera pizza,la domenica relax assoluto colazioni con mise en Place ,pranzi in famiglia e la sera magari film e pop Corn 🙂 ora quest’anno non credo potremmo fare qualche giorno fuori perché abbiamo molte spese in conto ,però spero anche 1 solo fine settimana di riuscire ,tanto siamo ancora a marzo 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Mary, brava, se durante il fine settimana ti piace passare ancora del tempo in casa significa che hai creato davvero un bell’ambiente!!
      Complimenti a te e alla tua famiglia! 🙂

      Mi piace

  3. Io sono reduce dal mo secondo we fuori porta senza famiglia ma con amiche, secondo però ahimè in tutta la mia vita! Sono stata benissimo ma gia prima di partire pensavo che avrei perso un we in casa mia…pensa un po’…e in effetti giunta all’ultimo giorno mi pregustavo il rientro….Son da curare!

    Piace a 1 persona

    1. Oh come ti capisco!!
      Anch’io sto passando dei week end a Bologna per un corso di formazione.
      Le prime ore mi sembrano di pura libertà, ma poi inizia a mancarmi la mia casa (e la mia famiglia, certo!)… 😉

      Mi piace

  4. Io mi sono accorta di stare bene a casa da quando ho traslocato…prima era una sofferenza! Però non saprei dire se è legato ad un maggior ordine o ad altro, semplicemente sento più “casa” questa della precedente.

    Piace a 1 persona

  5. A me capita di voler stare fuori casa dopo averla pulita per non sporcarla di nuovo 😛
    Però non ti nascondo che vorrei non essere mai entrata in questa spirale della casa pulita…

    Piace a 1 persona

    1. Veronica l’importante – come in ogni cosa – è non esagerare.
      Se io pretendessi di avere la casa sempre pulita, con 2 bimbi di 3 e 5 anni, sarebbe una disperazione. Ho imparato a chiudere un occhio qui e là e a prendere la mia casa per quella che è: pulita ma vissuta!
      🙂 🙂

      Mi piace

I commenti sono chiusi.