Pulizie di primavera insieme

Mi piacciono le pulizie di primavera.

Per me significano rinascita, aria pulita e primi caldi.

Tuttavia, ci sono anche tante altre cose che riempiono già le mie settimane: la famiglia, il lavoro, le routine quotidiane e la voglia – almeno il sabato e la domenica – di riposare o di fare una bella camminata in montagna.

Succede pure a voi?

Come fare allora a conciliare le 2 cose?

  1. andare sul blog di Organizzatips e stampare le check list con l’elenco delle pulizie di primavera (per tutto il mese di aprile ne usciranno 3 a settimana);
  2. unirsi al gruppo Facebook di Organizzatips per condividere domande, dubbi e progressi fatti. Avere qualcuno con cui sfogarsi e confrontarsi è sempre di grande aiuto;
  3. se ci si rende conto di non riuscire a fare tutto, stabilire quali sono le cose più importanti da fare;
  4. portarle a termine;
  5. depennarle dalla lista;
  6. se rimane ancora tempo (e voglia) proseguire con gli altri.

 

E se ancora non bastasse, per chi non sa proprio da che parte prendere, ma anche per chi – al contrario – ama le pulizie di primavera, ecco che è arrivato un quaderno ricco di consigli, spunti e tips: il “Quaderno per organizzare le pulizie di primavera”:

 

Organizzatips-Pulizie-di-primavera

Perché organizzare

Organizzo lo spazio di casa perché mi piace sapere dove si trova ogni cosa ed averla a portata di mano.

Organizzo i miei impegni perché voglio che mi rimanga del tempo libero per me.

Non si organizza un armadio o un cassetto per farci entrare più cose possibili.

Non si organizza l’agenda per farci stare più appuntamenti possibili.

L’organizzazione ha come scopo il nostro benessere attraverso il delicato equilibrio tra vuoto e pieno.

Valorizziamo gli oggetti che abbiamo deciso di tenere e gli impegni che ci siamo presi solo se sono circondati da una giusta dose di “vuoto”.

 

Riordinare la cucina tutte le sere: un regalo per me

Per tutto il mese di marzo su Organizzatips si parla di come organizzare la cucina.

Quindi pensavo alla mia: dopo aver eliminato parecchie cose inutili, devo dire che ora la trovo piuttosto comoda e funzionale.

Per tanto tempo però ho fatto fatica a riordinarla e pulirla tutte le sere dopo cena.

Quando arrivo a sera stanca dopo mille corse, non è che io sia proprio entusiasta di doverlo fare.

Allora penso a me. O meglio, penso alla me stessa che la mattina successiva si alzerà e troverà una cucina pulita e a posto.

Penso che me lo merito. Mentre pulisco e riordino, penso a come mi sentirò bene il giorno dopo.

E credetemi, quando poi effettivamente la mattina successiva preparo la colazione, mi sono davvero grata (a me stessa, ma anche a mio marito, che la sera mi aiuta 😉 ).

 

 

La lista salva cena (+stampabile)

Come vi ho già raccontato, con me il meal planning non funziona. Ci ho provato e riprovato, ma ogni volta dopo 2 o 3 settimane ci rinuncio.

Così decido cosa preparare per cena di giorno in giorno. Spesso però ho anch’io la crisi delle 18, in cui non ho ancora la più pallida idea di cosa fare.

Ho pensato allora a uno strumento alternativo, più adatto a me: ho creato una lista su cui segnarmi il nome dei piatti

  • veloci da preparare
  • che piacciono a tutta la famiglia (o almeno a 3 su 4 😜)

(ad esempio pasta al tonno, frittata e verdura, ecc.)

perché altrimenti, mi prende il vuoto cosmico.

Invece, in questo modo, guardo la lista, vedo cosa ho in frigo e in un attimo decido!

 

Se volete scaricare e stampare la lista in formato pdf basta cliccare sull’immagine:

lista salva cena

 

 

 

 

Attenzione e organizzazione

Anche se si vorrebbe una casa più vivibile e piacevole, non sempre si ha tempo (o voglia) di mettere in atto grandi progetti di riorganizzazione.

Tuttavia, non è necessario abbandonare ogni speranza. In questo caso, si può “navigare a vista”.

È sufficiente osservare con attenzione la nostra vita quotidiana per fare caso a quali sono le piccole cose che ci intralciano e ci infastidiscono.

Non trovate mai le chiavi della macchina? Pensate a una soluzione, mettetela in pratica e poi cercate la prossima cosa da sistemare.

I panni sporchi sono sempre per terra? Pensate a una soluzione, mettetela in pratica e poi cercate la prossima cosa da sistemare.

Insomma, se i progetti troppo impegnativi non fanno per voi, procedete a piccoli passi: fate attenzione, trovate ciò che vi infastidisce, organizzate, fate attenzione, trovate ciò che vi infastidisce, organizzate,…

Se incappate in un grosso intralcio (ad esempio un’intera stanza), concentratevi su un piccolo pezzetto alla volta, anche solo una mensola a settimana: procedere lentamente è comunque meglio che stare fermi!!