La quarta routine: seguire il bucato tutti i giorni

Dopo cucina, bagni e letti, la 4^ routine è tutta per il bucato.

Vi dico la verità: non sto inserendo le routine in ordine casuale. Sto alternando le cose per me faticose con quelle che faccio senza alcun problema 😁

Fare il bucato è una di queste ultime. Essendo in 4 in famiglia, mediamente ho almeno una lavatrice al giorno. La faccio ormai da anni e senza che mi pesi.

Più che altro, abbiamo un armadio piuttosto minimalista e ciò mi obbliga a essere costante: se non faccio lavatrici, non ho nulla da mettere 😅

Sono un po’ più pigra invece – lo metto – nel ritirare le cose asciutte dallo stendibiancheria 😫

Da oggi, mi impegno solennemente a essere più costante e a rimettere tutto a posto negli armadi.

Seguire il ciclo del bucato con costanza è già un bel passo avanti nella gestione della nostra casa:

  • niente pile di panni sporchi, macchiati e puzzolenti,
  • niente macchie difficili da togliere perché si sono impresse per bene
  • niente corse durante il week end per recuperare.

Naturalmente valgono sempre le stesse regole:

  • tutta la famiglia deve collaborare (come minimo, mettendo le cose sporche nelle ceste, riponendo in ordine i panni puliti, ecc.)
  • è meglio trovare una fascia oraria durante la giornata da dedicare a questo compito (la mattina prima di andare al lavoro? durante la pausa pranzo?) e rimanere costanti.

A questo punto non ci rimane che prendere il nostro Home Bullet Journal e disegnare la 4^ settimana, con i 7 giorni della settimana a cui mettere le crocette e le 4 righe, una per ogni nuova abitudine.

4^ settimana(1)

 

Come sempre, vi ricordo che potete acquistare su Etsy il planner con le tabelline già pronte

introduzione delle routine home bullet journal

e che sempre su Etsy, potete acquistare anche i taccuini realizzati a mano come quello che sto usando io!

taccuino pulizie di casa(1)

home bullet journal(2)

 

 

 

 

La check list per il riordino serale della cucina

Siamo bravissime e stiamo pulendo e riordinando la cucina tutte le sere 😊.

Perché però non rendere la cosa un po’ più carina e divertente con una check list?

Io adoro le liste da spuntare!! 😍 😍

Ho preso le prime 2 facciate libere del mio Home Bullet Journal e ne ho scritta una.

pulizia serale cucina(1)

Seguendola, impiego più o meno 10 minuti.

Non sempre riesco a fare tutto in 10 minuti, ma pazienza. L’importante è la costanza, non le super-maratone di pulito.

Comunque, tra tutti i punti presenti sulla lista, il più importante in assoluto è il primo: pulire e riordinare già mentre si sta cucinando. Se si mette via ciò che non si usa più e si mettono nel lavello le stoviglie sporche (o direttamente in lavastoviglie) durante la preparazione della cena, poi dopo tutto è più facile e veloce!

check list pulizia serale cucina

Ps: non avendo molto tempo di disegnare, ho ritagliato e incollato l’immagine che vedete sul mio HBJ da una rivista.

Se anche voi avete poco tempo libero per scrivere a mano (che sarebbe la soluzione migliore) su Etsy trovate la check list da stampare e incollare sul vostro Home Bullet Journal!

check list cucina pic

 

 

Il mio taccuino per le pulizie di casa

Ho sempre avuto svariate passioni: i libri, la carta, il disegno, l’organizzazione personale, i planner, questo blog, ecc.

Da un lato, avere diversi interessi mi ha sempre stimolata a fare cose diverse. Dall’altro però mi sentivo – ormai da anni – rimbalzata come la pallina di un flipper fra un hobby e l’altro.

Avevo l’impressione di volermi dedicare un po’ a tutto senza arrivare a concludere nulla.

Come vi ho raccontato poi ho anche imparato a rilegare taccuini (quantomeno ci provo) e boom, qualcosa è scoccato.

È stata una lampadina che si è accesa, come se avessi messo sulla tavola l’ultimo pezzo di un puzzle di cui finalmente vedevo il disegno nella sua totalità.

Creare taccuini con le mie mani è stato l’anello che ha messo insieme tutta la catena. Ora torna tutto. Tutto quadra alla perfezione.

Ho capito su cosa voglio lavorare nei prossimi mesi:

  • visto che le routine quotidiane delle pulizie di casa stanno andando bene grazie al bujo,
  • vorrei elaborare un piano delle pulizie di casa completo come quello che avevo con il mio vecchio blog (a me sembra incredibile, ma ancora dopo anni, ogni tanto qualcuna di voi mi scrive per chiedermi di riproporlo!!  Comunque servirà soprattutto a me 😜 );
  • il piano delle pulizie sarà organizzato in planner e tabelle disegnate a mano sul mio taccuino (non in formato file pdf come con il vecchio blog);
  • al piano delle pulizie mi piacerebbe aggiungere consigli per una vita più semplice e più rispettosa dell’ambiente (tipo quelli che sto cercando di seguire per il mio percorso di decrescita felice).

 

Per l’occasione, utilizzerò il taccuino rosso con le pagine puntinate che ho realizzato all’ultimo corso fatto da Fabricharte!!

 

taccuino pulizie di casa

 

pulizie di casa

 

A breve metterò in pausa il blog per le vacanze estive, quindi avrò un po’ di tempo per preparare il tutto e mostrarvelo poi a settembre!!

Non vedo l’ora!!

 

Decrescita felice: come sta andando

Oggi vi volevo aggiornare su come sta andando il mio percorso di decrescita.

Procedo a piccolissimi passi, ma almeno non mi fermo:

  • su vostro consiglio, come ammorbidente per la lavatrice, ho sostituito l’aceto con l’acido citrico. L’ho preso in polvere e l’ho diluito con acqua in una vecchia bottiglia di aceto;
  • terminato lo sgrassatore per la cucina, ho ripreso una vecchia confezione di lisciva in polvere che avevo in casa e che non avevo più tirato fuori per pigrizia 😅
  • ho preso lo shampoo solido in saponetta, ma non ho ancora iniziato a usarlo, perché devo prima terminare quello liquido in flacone 😩. L’aspetto è un po’ strano (sembrano tanti vermicelli 😱), ma il profumo è buono (è al cacao 😁);

shampoo solido

  • prossimo passo sarà acquistare gli spazzolini di bambù. Siamo in 4 e ognuno di noi lo cambia una volta al mese…ciò significa quasi 50 spazzolini in plastica di meno all’anno!!! (poi penserò anche a come sostituire il classico dentifricio nel tubetto di plastica).

Per ora è tutto! Se avete altri consigli (come quello graditissimo dell’acido citrico) sono ben accetti!!

decrescita felice(1)

 

 

La lavan-legatoria 😄

Ho sempre avuto una passione irrefrenabile per la carta.

Ho sempre amato libri, quaderni e taccuini.

Quando ho scoperto che una legatoria (fabricharte.com) proponeva corsi di rilegatura non troppo lontano da casa mia quasi non ci credevo!

Mi sono iscritta subito e è scoccata la scintilla. Ho scoperto che rilegare libri racchiude tutto ciò che ci piace: manualità, estrema precisione, ma anche fantasia e creatività.

Creare un libro da sé partendo solo da carta, cartone e tela dona una soddisfazione indescrivibile.

Quindi, fino a pochi mesi fa, compravo quaderni e taccuini a chili…ora li faccio.

Ho già fatto per me il mio prossimo Bullet Journal, il diario con le 365 domande e l’agenda per il 2020, ma questo è solo l’inizio 😁

legatoria

Mio marito mi ha fatto anche un bellissimo regalo: un piccolo spazio ad hoc dove poter lavorare.

Mi ha creato una mini-legatoria in lavanderia: la “lavan-legatoria”.

Ok, lo spazio è piuttosto ridotto, ma per me è un vero lusso. Avere una “legatoria” in lavanderia – vicina alla cucina – ha i suoi pregi:

  • ho sempre tutto fuori a portata di mano e posso sfruttare anche i 5 minuti per andare avanti (anche mentre cucino);
  • ho vicino il tavolo della cucina se ho bisogno di una superficie più ampia (ad esempio quando devo tagliare tele o cartoni);
  • ho vicino il piano cottura per preparare la colla di farina e il frigorifero dove conservarla tra un uso e l’altro;
  • proprio sopra il banco ho una finestra che mi regala luce naturale per tutto il giorno;
  • non è invasa dai giocattoli dei bambini 😅

lavanlegatoria1

 

Insomma, ora il problema sarà trovare il tempo e poi non mi resterà che mettermi all’opera!