Home Bullet Journal: perché usare carta e penna

Online si trovano tantissimi planner per le pulizie di casa in comodi pdf stampabili, oppure che si possono seguire tramite un’applicazione sul telefono.

Perché tornare a carta e penna allora per realizzare l’Home Bullet Journal?

Perché scrivere a mano ci obbliga a rallentare, a riflettere, a meditare.

Scrivere a mano costa fatica e ci permetterà di focalizzarci soltanto sulle cose davvero importanti.

Inoltre, potremo dare sfogo alla nostra fantasia e alla nostra creatività 😊.

ryder carroll

 

Non serviranno grandi doti manuali: basta saper scrivere e tracciare qualche riga per fare le tabelle.

Quindi, ciò che vi occorre è:

  • un taccuino o un quaderno: sceglietelo come più vi pare e piace! Può essere grande, piccolo, a righe, quadretti, puntini, ecc… Potete usare quello che avete già in casa o potete acquistarne uno cucito e rilegato da me!
  • una penna. Tuttavia, se amate la creatività (e se amate gli articoli di cancelleria), date sfogo alla vostra fantasia con penne colorate, pennarelli, washi tape e tutto ciò che desiderate!!

Per questo fine settimana vi lascio il compito di procurarvi il materiale necessario…ci ritroviamo qui lunedì prossimo con la nostra prima nuova abitudine!!!

Io sono pronta!

taccuino pulizie di casa(1)

 

 

L'”Home Bullet Journal”: cos’è e per chi va bene

Settembre è il mese dei buoni propositi.

Come vi ho già anticipato, per me settembre è il mese in cui predisporrò insieme a voi il mio nuovo piano per le pulizie di casa. Il piano servirà a organizzare le pulizie di casa al meglio e a imparare a essere costanti.

Ho deciso di impostarlo seguendo le regole del Bullet Journal:

  • sarà un quaderno che costruiremo insieme settimana dopo settimana, a sostegno della nostra attività domestica;
  • richiederà soltanto l’uso di un quaderno e di una penna;
  • avrà diverse sezioni e tracker per le pulizie giornaliere, settimanali, mensili, ecc;
  • potrà essere minimalista o si potrà personalizzare a piacere secondo i vostri gusti e preferenze.

Per questo motivo ho deciso di chiamarlo “Home Bullet Journal”.

L’Home Bullet Journal fa per te se:

  • hai già mille impegni quotidiani e ti senti sopraffatta dai mestieri di casa;
  • non ti piace pulire e ramazzare, ma non vuoi nemmeno avere una casa sporca e in disordine;
  • tendi a rimandare all’infinito le pulizie di casa nella speranza che si facciano da sole 😅 😅 ;
  • vuoi riprendere in mano le redini della tua vita e della tua casa.

 

Volete iniziare insieme a me? Non vi resta che armarvi di carta e penna e partire insieme in questa avventura!

Troverete gli aggiornamenti qui sul blog, dove vi spiegherò passo a passo come iniziare e come procedere.

Se avete un profilo Instagram, condividete i vostri progressi utilizzando l’hashtag #homebulletjournal, così potremo ispirarci a vicenda!!

 

home bullet journal(1)

 

Siete curiose e volete già sapere a grandi linee come procederemo? Visitate la pagina “Sei nuovo? Comincia da qui”.

 

home bj

 

 

Il mio taccuino per le pulizie di casa

Ho sempre avuto svariate passioni: i libri, la carta, il disegno, l’organizzazione personale, i planner, questo blog, ecc.

Da un lato, avere diversi interessi mi ha sempre stimolata a fare cose diverse. Dall’altro però mi sentivo – ormai da anni – rimbalzata come la pallina di un flipper fra un hobby e l’altro.

Avevo l’impressione di volermi dedicare un po’ a tutto senza arrivare a concludere nulla.

Come vi ho raccontato poi ho anche imparato a rilegare taccuini (quantomeno ci provo) e boom, qualcosa è scoccato.

È stata una lampadina che si è accesa, come se avessi messo sulla tavola l’ultimo pezzo di un puzzle di cui finalmente vedevo il disegno nella sua totalità.

Creare taccuini con le mie mani è stato l’anello che ha messo insieme tutta la catena. Ora torna tutto. Tutto quadra alla perfezione.

Ho capito su cosa voglio lavorare nei prossimi mesi:

  • visto che le routine quotidiane delle pulizie di casa stanno andando bene grazie al bujo,
  • vorrei elaborare un piano delle pulizie di casa completo come quello che avevo con il mio vecchio blog (a me sembra incredibile, ma ancora dopo anni, ogni tanto qualcuna di voi mi scrive per chiedermi di riproporlo!!  Comunque servirà soprattutto a me 😜 );
  • il piano delle pulizie sarà organizzato in planner e tabelle disegnate a mano sul mio taccuino (non in formato file pdf come con il vecchio blog);
  • al piano delle pulizie mi piacerebbe aggiungere consigli per una vita più semplice e più rispettosa dell’ambiente (tipo quelli che sto cercando di seguire per il mio percorso di decrescita felice).

 

Per l’occasione, utilizzerò il taccuino rosso con le pagine puntinate che ho realizzato all’ultimo corso fatto da Fabricharte!!

 

taccuino pulizie di casa

 

pulizie di casa

 

A breve metterò in pausa il blog per le vacanze estive, quindi avrò un po’ di tempo per preparare il tutto e mostrarvelo poi a settembre!!

Non vedo l’ora!!

 

Decrescita felice: come sta andando

Oggi vi volevo aggiornare su come sta andando il mio percorso di decrescita.

Procedo a piccolissimi passi, ma almeno non mi fermo:

  • su vostro consiglio, come ammorbidente per la lavatrice, ho sostituito l’aceto con l’acido citrico. L’ho preso in polvere e l’ho diluito con acqua in una vecchia bottiglia di aceto;
  • terminato lo sgrassatore per la cucina, ho ripreso una vecchia confezione di lisciva in polvere che avevo in casa e che non avevo più tirato fuori per pigrizia 😅
  • ho preso lo shampoo solido in saponetta, ma non ho ancora iniziato a usarlo, perché devo prima terminare quello liquido in flacone 😩. L’aspetto è un po’ strano (sembrano tanti vermicelli 😱), ma il profumo è buono (è al cacao 😁);

shampoo solido

  • prossimo passo sarà acquistare gli spazzolini di bambù. Siamo in 4 e ognuno di noi lo cambia una volta al mese…ciò significa quasi 50 spazzolini in plastica di meno all’anno!!! (poi penserò anche a come sostituire il classico dentifricio nel tubetto di plastica).

Per ora è tutto! Se avete altri consigli (come quello graditissimo dell’acido citrico) sono ben accetti!!

decrescita felice(1)

 

 

La tabella per l’attività fisica: come sta andando

A inizio aprile vi ho mostrato la mia nuova tabella per l’attività fisica.

Ora – dopo 3  mesi di utilizzo – vi mostro come sta andando.

MARZO:

Le partenze sono sempre facili, la motivazione è alta, si ha voglia di spaccare il mondo.

Dall’inizio alla fine del mese sono riuscita a fare i 3 allenamenti a settimana che mi ero prefissata.

attività fisica aprile

 

APRILE:

Sono partita bene. Ho mantenuto il ritmo perfino durante la settimana di Pasqua. Arrivata in fondo al mese mi sono un po’ persa…

 

attività fisica maggio

 

MAGGIO:

A cavallo tra aprile e maggio ho iniziato a vacillare. Ero stanca, i bambini erano a casa per le vacanze e i ritmi in famiglia erano cambiati.

Arrivati a lunedì 6 maggio non avevo alcuna voglia di ricominciare. Però mi irritava l’idea di lasciare troppe righe in bianco. Quindi ho ripreso a correre.

Mi sono rifermata a fine mese, questa volta per motivi che non dipendevano dalla mia volontà (diciamo che non avevo il tapis roulant a disposizione).

Di nuovo, al 3 di giugno non avevo nessunissima voglia di ripartire e l’ho fatto solo per poter mettere la mia riga colorata che mi piace tanto 😁😁

 

GIUGNO:

Ora comincia la parte più difficile. Inizia a fare caldo, i bambini saranno a casa da scuola e i ritmi della famiglia cambieranno nuovamente.

Per la prova costume non ho speranze 😅, ma spero di riuscire a tener duro per una questione di salute e di benessere.

Per queste 2 facciate ho scelto anche una tonalità di colori che mi piace molto, spero che mi sia di aiuto!

 

attività fisica giugno