La quarta routine: seguire il bucato tutti i giorni

Dopo cucina, bagni e letti, la 4^ routine è tutta per il bucato.

Vi dico la verità: non sto inserendo le routine in ordine casuale. Sto alternando le cose per me faticose con quelle che faccio senza alcun problema 😁

Fare il bucato è una di queste ultime. Essendo in 4 in famiglia, mediamente ho almeno una lavatrice al giorno. La faccio ormai da anni e senza che mi pesi.

Più che altro, abbiamo un armadio piuttosto minimalista e ciò mi obbliga a essere costante: se non faccio lavatrici, non ho nulla da mettere 😅

Sono un po’ più pigra invece – lo metto – nel ritirare le cose asciutte dallo stendibiancheria 😫

Da oggi, mi impegno solennemente a essere più costante e a rimettere tutto a posto negli armadi.

Seguire il ciclo del bucato con costanza è già un bel passo avanti nella gestione della nostra casa:

  • niente pile di panni sporchi, macchiati e puzzolenti,
  • niente macchie difficili da togliere perché si sono impresse per bene
  • niente corse durante il week end per recuperare.

Naturalmente valgono sempre le stesse regole:

  • tutta la famiglia deve collaborare (come minimo, mettendo le cose sporche nelle ceste, riponendo in ordine i panni puliti, ecc.)
  • è meglio trovare una fascia oraria durante la giornata da dedicare a questo compito (la mattina prima di andare al lavoro? durante la pausa pranzo?) e rimanere costanti.

A questo punto non ci rimane che prendere il nostro Home Bullet Journal e disegnare la 4^ settimana, con i 7 giorni della settimana a cui mettere le crocette e le 4 righe, una per ogni nuova abitudine.

4^ settimana(1)

 

Come sempre, vi ricordo che potete acquistare su Etsy il planner con le tabelline già pronte

introduzione delle routine home bullet journal

e che sempre su Etsy, potete acquistare anche i taccuini realizzati a mano come quello che sto usando io!

taccuino pulizie di casa(1)

home bullet journal(2)

 

 

 

 

La terza routine: rifare i letti tutti i giorni

Questa è una routine essenziale, perché con il letto rifatto la camera cambia subito aspetto.

Il letto sfatto dà alla nostra stanza un aspetto sciatto, trasandato e disordinato.

E poi, basta davvero un minuto per rifarlo.

Per me le cose importanti sono 3 (ma valgono anche per le altre routine, del resto):

  1. trovare il momento della giornata più congeniale (magari non subito la mattina in modo che abbiano il tempo di arieggiare). Fare le stesse cose sempre alla stessa ora, contribuisce a renderle un automatismo e tutto diventa più facile;
  2. semplificarsi la vita, optando per l’essenziale. Se sul letto avete 12 cuscini che ogni volta dovete spostare e rispostare, passerebbe la voglia a chiunque 😅;
  3. tutti devono collaborare: io lavoro tutto il giorno e è giusto che in casa ognuno faccia la propria parte. Poi, dai, se si rispetta il punto 2, anche un bambino riesce a farsi il letto!

Ancora non vi ho convinte? Riguardatevi il discorso dell’ammiraglio McRaven sul perché i militari rifanno il letto tutte le mattine!!

Quindi, per chi già non lo fa, è fondamentale abituarsi a rifare il letto ogni giorno!

A questo punto non ci resta che disegnare sul nostro Home Bullet Journal l’habit tracker (=tabella delle abitudini) per la terza settimana, questa volta con 3 righe:

rifare i letti tutti i giorni

Oppure, trovate quello in versione pdf nel mio negozio su Etsy!

introduzione delle routine home bullet journal

Vi ricordo – se non avete ancora cominciato il vostro Home Bullet Journal – che sempre su Etsy trovate anche i taccuini che ho realizzato a mano. Venite a curiosare!

E se vi state chiedendo come siano andate le prime 2 settimane, io direi bene! Ho avuto un giorno in cui ho riordinato e pulito la cucina la mattina dopo anziché la sera e un giorno in cui ho saltato la passata ai bagni (ma vi dirò che francamente – stando a casa solo la sera e non usandoli tanto – la differenza nemmeno si vedeva!)

home bullet journale

La prima routine: il riordino serale della cucina

Le nostre abitudini possono essere una prigione.

Quando facciamo una cosa “per abitudine” la facciamo con il pilota automatico, senza vivere veramente il momento.

Le abitudini però hanno anche un vantaggio: sono infatti un escamotage del nostro cervello per risparmiare energia.

Ad esempio, quando la mattina usciamo per andare al lavoro non dobbiamo ogni volta pensare a che strada fare: accendiamo l’auto e partiamo.

Non sarebbe bello sfruttare questo potere che hanno le abitudini per la nostra casa?

Ci sono infatti mestieri che se fatti quotidianamente danno una svolta all’ordine e alla pulizia della nostra casa!

Non serve cercare la perfezione, non serve diventare maniacali, basta solo essere costanti!

Pochi minuti, ma tutti i giorni!

Per assimilare bene le nostre nuove abitudini, consiglio di introdurne una a settimana.

Vorrei cominciare dalla mia preferita: il riordino serale della cucina!

Sì, lo so come ci si sente la sera.

Siamo sveglie dalle 6 di mattina, abbiamo girato tutto il giorno come delle trottole e quando finalmente abbiamo terminato di cenare l’unico desiderio è quello di spalmarsi sul divano.

Sparecchiare, riordinare la cucina e dare una pulita è proprio l’ultima cosa di cui abbiamo voglia, perché ci sembra un lavoro lungo ed infinito.

Ma se questa operazione diventasse una routine che ci porta via soltanto 10 minuti?

Che ne dite? Se fosse così, un ultimo sforzo prima di arrivare al divano si potrebbe fare…

Solo 10 minuti di lavoro e in cambio avremmo la soddisfazione di trovare ogni mattina una cucina pulita ed ordinata a darci il buongiorno!

Vogliamo far diventare nostra questa abitudine serale, anziché trovarci una volta a settimana con le pile di piatti da lavare ed il lavello da scrostare?

Proviamo già da questa sera, però non cediamo alla tentazione di fare di più di 10 minuti: faremmo solo una faticaccia che la sera successiva non avremmo più voglia di ripetere.

Ora, in questa fase di inserimento della routine, lo scopo non è avere una cucina perfetta, ma acquisire una abitudine che ci rimarrà per sempre.

I risultati arriveranno con il tempo.

Già dopo pochi giorni, ci accorgeremo che nei nostri 10 minuti riusciremo a fare sempre più cose: sparecchiare, fare i piatti, pulire il lavello ed il piano cottura…quasi quasi ci verrà voglia di preparare già la colazione per il giorno dopo!

(Se proprio non avete idea di cosa fare durante questi 10 minuti seguite la check list!)

Quindi, apriamo il nostro Home Bullet Journal nella prima pagina libera e disegniamo una semplicissima tabellina come questa qui sotto, con 7 caselle (una per ogni sera di questa prima settimana) da depennare.

pulizia serale cucina

 

Ogni sera – appena finito di riordinare la cucina – sarà sufficiente fare una X sulla casella corrispondente al giorno della settimana!

Io condividerò i miei progressi sulla pagina Facebook e su Instagram! Voglio vedere anche i vostri risultati!

E se proprio proprio non volete disegnare, ho preparato un pdf per voi. Lo potete stampare nelle dimensioni che preferite, ritagliare e incollare al vostro taccuino.

Il pdf è già completo con la tabellina per la cucina e tutte le altre 5 routine che andremo a inserire nelle prossime settimane.

Cliccate sull’immagine per accedere a Etsy (dove troverete in vendita i taccuini realizzati a mano)!

introduzione delle routine home bullet journalPs: oh, mi raccomando, per il resto continuate a fare quello che stavate già facendo…non limitatevi al solo riordino serale della cucina! Procedete come siete abituate e poi un po’ alla volta sistemeremo anche il resto 😉