Piano di pulizie: settimana “camera da letto”

Dopo la settimana dedicata alla cucina, con il piano di pulizie ci spostiamo nella nostra camera da letto.

Ogni giorno dedichiamo un po’ di tempo alle nostre routine, più altri 15-20 minuti per una missione come da piano settimanale.
In questo modo, senza sentire troppo la fatica, nel giro di qualche settimana le nostre case saranno trasformate!

Vi ricordo che routine e missioni del giorno vanno eseguite velocemente, senza ricercare la perfezione: non devono mai diventare compiti pesanti, altrimenti ci passerà la voglia di ripeterli ancora nei giorni successivi!
In questo modo i risultati arriveranno un po’ più lentamente, ma saranno duraturi!

Allora pronte?
Ecco il piano con le missioni giornaliere da aggiungere alle routine:

LUNEDì 11 NOVEMBRE:

  • concentriamoci su ciò che è “a vista” nella nostra camera matrimoniale: su comodini, comò, cassettiere, mensole, ecc.. Facciamo un po’ di decluttering (c’è qualcosa che non ci serve? che non ci piace? di cui possiamo fare a meno? via via via!), diamo una pulita ai nostri ripiani e risistemiamo ciò che si è salvato dal nostro decluttering in maniera carina.

MARTEDì 12 NOVEMBRE:

  • siamo di nuovo in camera matrimoniale: oggi puliamo vetri, termosifoni ed interruttori: una pezza in mano, una spruzzata di detersivo ed una passata velocissima sono più che sufficienti e se avete bambini da occupare mentre voi lavorate vi potranno “aiutare” a pulire i termosifoni senza fare danni!

MERCOLEDì 13 NOVEMBRE:

  • ora passiamo a ciò che è più “interno”: dedichiamoci al contenuto di un cassetto o di un’anta dell’armadio e procediamo come lunedì: decluttering, pulizia e riordino!

GIOVEDì 14 NOVEMBRE:

  • ora mancano solo i pavimenti. Puliamoli bene anche dietro/sotto i mobili. Aspirapolvere, scopa, mocho…fate quello che volete in base al tempo che avete, ma fatelo!

VENERDì 15 NOVEMBRE:

  • questo venerdì diamo un’occhiata alle tende della nostra casa. Quali hanno bisogno di essere pulite? Tiriamole giù e mettiamole in lavatrice! Mentre queste si lavano, noi diamo una bella passata con una pezza (o quello che volete) alle nostre porte!

SABATO 16 e/o DOMENICA 17 NOVEMBRE: SALVATAGGIO CASA

  • stirare
  • pulire i bagni
  • spolverare velocemente i ripiani “a vista”
  • spazzare e lavare i pavimenti “calpestabili”
  • cambiare le lenzuola
  • fare la spesa

 

Mettete tutto nero su bianco, sul vostro Home Bullet Journal e divertitevi a fine giornata a depennare i compiti portati a termine!

planner camera

 

planner camera(1)

 

planner camera(2)

 

Condividete su Facebook e Instagram i vostri Home Bullet Journal e non dimenticatevi di taggarmi, così passo a salutarvi!!

 

 

La mia pellicola per alimenti in cera d’api

Mi sono fatta in casa la pellicola per alimenti, utilizzando un panno di cotone, cera d’api e olio extra vergine di oliva.

Vi spiego meglio: da un po’ di tempo stavo vedendo ovunque la pubblicità di queste “pellicole”, che sostituiscono quelle inquinanti e poco sane di materiale plastico.

Visto il loro prezzo (un po’ alto) e visto che ho la fortuna di avere gli zii che allevano api, mi sono fatta regalare un po’ di cera e mi sono messa all’opera per realizzarla in casa (se voi non conoscete apicoltori, la potete trovare in erboristeria).

pellicola alimenti cera d'api(10)

Per prima cosa ho scelto alcuni panni di cotone. Io li ho fatti rettangolari per semplicità, ma potrebbero essere comodi anche rotondi.

Non serve essere troppo precisi nel ritagliarli, né tanto meno cucire gli orli: una volta incerato il tessuto non si sfilaccerà.

Poi, ho “grattugiato” un po’ della mia cera (circa 3 cucchiai per un panno, ma forse era anche troppa perché si è formato qualche grumetto sul panno).

pellicola alimenti cera d'api(6)

A questo punto si può procedere con il ferro da stiro o con il forno. Avendo paura che mi andasse cera ovunque, ho optato per il forno.

Ho preparato la mia stoffa sopra della carta forno all’interno di una teglia (se siamo davvero brave utilizziamo della carta da forno biodegradabile).

pellicola alimenti cera d'api(8)

Ho sciolto la cera unita all’olio a bagnomaria. (Ho usato circa 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva per ogni 3 cucchiai di cera).

pellicola alimenti cera d'api(7)

pellicola alimenti cera d'api(9)

Appena sciolta, l’ho versata, nel modo più uniforme che potevo sulla stoffa e ho messo subito la teglia con il suo contenuto nel forno preriscaldato a 120°.

pellicola alimenti cera d'api(4)

pellicola alimenti cera d'api(5)

Dopo 10 minuti la stoffa era completamente impregnata di cera e l’ho tirata fuori, lasciandola raffreddare.

pellicola alimenti cera d'api(3)

pellicola alimenti cera d'api

Il risultato è questo. Basta un po’ di calore delle mani per modellare il panno attorno all’alimento da incartare o sopra la ciotola da coprire!

pellicola alimenti cera d'api(1)

pellicola alimenti cera d'api(2)
Le banane si conservano più a lungo con il picciolo coperto

Il panno, grazie alla cera, è impermeabile e quindi può essere sciacquato tranquillamente sotto l’acqua fredda all’occorrenza.

Ho letto che dovrebbe durare dai 6 mesi a 1 anno, in base all’utilizzo che se ne fa.

Se si formano delle piccole crepe, è sufficiente rimetterlo per qualche minuto in forno. Mentre se si rovina completamente basta ripetere il procedimento daccapo.

Ps: non essendo lavabile con l’acqua calda (che scioglierebbe la cera) è sconsigliabile utilizzare questo panno-pellicola per la carne, soprattutto se cruda!!

Ah, siccome l’età avanza e la mia memoria è labile, ho riportato il procedimento sul mio Home Bullet Journal!!

home bullet journal panno cera d'api(1)

home bullet journal panno cera d'api

 

 

 

 

 

 

Piano di pulizie: settimana “cucina”

Grazie all’Home Bullet Journal, in queste ultime 6 settimane abbiamo introdotto 6 routine quotidiane importantissime per la pulizia della nostra casa e la serenità della nostra famiglia.

Purtroppo non bastano.

Per questo, ora che le routine sono ben rodate e ci pesano meno, possiamo aggiungere una piccola missione giornaliera per pulire e riordinare più in profondità.

Proseguiamo quindi sempre con le nostre routine giornaliere…

  1. riordina la cucina tutte le sere (non sai cosa fare? segui la check list!);
  2. dai una passata ai bagni tutti i giorni (fai come me: usa l’acido citrico!)
  3. rifai i letti ogni mattina;
  4. occupati del bucato quotidianamente;
  5. riordina e elimina il superfluo ogni giorno;
  6. spazza/lava i pavimenti dove necessario ogni sera.

 

…ma aggiungiamo anche una missione da portare a termine ogni giorno della settimana.

Come per le routine, vale la regola “fatto è meglio di perfetto”. In altre parole, è meglio fare poco e super-velocemente che non fare affatto!!

Non ci interessa il risultato della singola giornata: l’importante è solo essere costanti!

Pronte a cominciare?

Aprite il vostro taccuino, prendete la penna e disegnate una tabella simile alla mia:

planner cucina

planner cucina(1)

planner cucina(2)

 

La tabella deve avere sia il planner settimanale che le routine giornaliere!

Mi raccomando! Metterci mano, mettere le cose nero su bianco è fondamentale!!

Come potete notare, questa 1^ settimana è dedicata in particolare alla cucina, poi ci sposteremo.

LUNEDì 4 NOVEMBRE:

  • concentriamoci su ciò che è “a vista” nella nostra cucina, soprattutto sul piano di lavoro. Facciamo un po’ di decluttering (c’è qualcosa che non ci serve? che non ci piace? di cui possiamo fare a meno? via via via!), diamo una pulita al piano e risistemiamo ciò che si è salvato dal nostro decluttering in maniera carina.

MARTEDì 5 NOVEMBRE:

  • siamo di nuovo in cucina: oggi puliamo vetri, termosifoni ed interruttori: una pezza in mano, una spruzzata di detersivo ed una passata velocissima sono più che sufficienti e se avete bambini da occupare mentre voi lavorate vi potranno “aiutare” a pulire i termosifoni senza fare danni!

MERCOLEDì 6 NOVEMBRE:

  • ora passiamo a ciò che è più “interno”: dedichiamoci ad un mobiletto (o ad un cassetto, una mensola, ecc.) e procediamo come lunedì: decluttering, pulizia e riordino!

GIOVEDì 7 NOVEMBRE:

  • ora mancano solo i pavimenti. Puliamoli bene anche dietro/sotto i mobili. Aspirapolvere, scopa, mocho…fate quello che volete in base al tempo che avete, ma fatelo!

VENERDì 8 NOVEMBRE:

  • questo venerdì lo dedichiamo alla pulizia del frigorifero. Se abbiamo poco tempo facciamo solo i ripiani che riusciamo a fare, ma non saltiamo a piè pari questo compito! Ah, visto che è facile e veloce facciamo anche un lavaggio della lavastoviglie!

SABATO 9 e/o DOMENICA 10 NOVEMBRE: SALVATAGGIO CASA

Purtroppo, per chi lavora 8 ore al giorno come me, è impossibile pensare di fare tutto e qualcosa rimane da fare anche durante il fine settimana:

  • stirare
  • pulire i bagni
  • spolverare velocemente i ripiani “a vista”
  • spazzare e lavare i pavimenti “calpestabili”
  • cambiare le lenzuola
  • fare la spesa.

 

Buon lavoro a tutte!!

Ps: se arrivi ora su Nuove Abitudini e non sai da che parte iniziare, segui il link “Sei nuovo? Comincia da qui!” che trovi all’interno del menù in alto!

 

 

La sesta routine: pulire il pavimento

Non mi sognerei mai di pulire tutti i pavimenti tutti i giorni. Non ce la potrei fare.

Tuttavia, non posso nemmeno far finta di non vedere polvere e briciole che si accumulano 😆

Come sempre, la virtù sta nel mezzo e quindi il compromesso sta nello spazzare e pulire quotidianamente tutte quelle superfici di casa che si sporcano più facilmente, come cucina, bagni e soggiorno.

In particolare, mi riferisco proprio alle zone calpestabili dove si passa avanti e indietro (anche se in casa noi stiamo scalzi), sotto la tavola dove si sbriciola, vicino ai sanitari dove si sgocciola,… (con 2 bambini poi, figuriamoci).

Basta una spazzata e una passata con lo straccio per i pavimenti (un giorno o l’altro vi mostrerò quello che uso io senza secchio, che trovo più comodo).

Il resto (camere, scale, altre stanze, sotto i mobili, negli angoli poco vissuti) si può passare con meno frequenza.

A questo punto non mi rimane che procedere come al solito, aggiungendo la sesta (e ultima) riga alla tabelle delle mie routine quotidiane nell’Home Bullet Journal.

Depennare le cose fatte durante la giornata mi aiuta a rimanere motivata e a portare a termine (quasi) ogni giorno queste routine, che sono fondamentali per avere una casa a posto.

pulire i pavimenti

Purtroppo però le sole routine non bastano e da lunedì prossimo aggiungerò le missioni giornaliere, dedicando ogni settimana a una stanza.

Per agevolare chi mi sta seguendo (ma anche per prepararmi mentalmente 😁) condividerò qui la tabella dedicata alla SETTIMANA 1 già nel prossimo post. Così siamo tutte pronte per lunedì 4 novembre!!

Vi ricordo l’importanza di seguire il piano di pulizia utilizzando carta e penna e scrivendo a mano.

Se volete un taccuino realizzato a mano come il mio, andate a curiosare nello shop 😊. Potete trovare quello che fa per voi, oppure posso realizzarvelo su richiesta ❤️‍

 

taccuino nuove abitudini

 

La quinta routine: fare ordine!

Ricapitoliamo: grazie all’Home Bullet Journal, ogni giorno stiamo:

Ora non ci rimane che introdurre la quinta routine: fare ordine!

Il disordine è una brutta bestia: se lasciamo che prenda il sopravvento diventa più forte di noi.

Dobbiamo combatterlo giorno dopo giorno.

Bisogna porre particolare attenzione soprattutto alle superfici piane. Se un giorno lasciamo lì qualcosa perché non abbiamo voglia di mettere via subito, il giorno dopo lasceremo lì qualcos’altro, e il giorno dopo altro ancora…

Alla fine ci ritroviamo con le montagne di cose da mettere via e ci si demoralizza e basta.

Quotidianamente, è sufficiente fare un giro della casa per mettere via ciò che è fuori posto o buttare ciò che è rotto.

Se fatto di volta in volta, il riordino è veramente rapido e indolore.

Inoltre, una casa in ordine sembra subito più pulita e è pure più facile da pulire!

Anche questa settimana quindi, il nostro habit tracker si arricchisce di una riga, una per ogni abitudine.

Pronte a riempire tutte le crocette?

home bullet journal ordine

5^ routine home bullet journal

Se vi piacciono i taccuini realizzati a mano come il mio, vi lascio il link dello shop su Etsy!